Elementi Creativi su Place+ n°1 di Gennaio

In questo numero, nelle pagine di Place+ curate da Elementi Creativi, si parla di Arte. Si affronta il tema realizzando un’indagine sugli artisti presenti sul territorio battipagliese. Leggiamo qualche riga del redazionale di Stefania Calabrese:

Battipaglia: Arte a parte

Tutte le volte che mi ritrovo a parlare con i giovani della mia città, ascolto chiacchiere, lamentele, critiche, più o menoPlace n°1 palesate, sull’ impossibilità di manifestare capacità artiste, reali o presunte. Battipaglia è una città ricca di giovani artisti ma che non stimola l’espressione artistica e che non si impegna affatto a scoprire ed a promuovere nuovi talenti nel proprio territorio. Tutte le iniziative, alcune anche molto apprezzabili, sono sempre organizzate e sostenute dagli stessi giovani, che si adoperano per trovare le davvero “irrisorie” somme che servono a sostenere un evento di promozione artistica. Sono troppo pochi i momenti di confronto tra giovani artisti che per poter crescere o farsi conoscere, sempre più spesso, scappano via di qui. Pensiamo ad artisti come il fotografo G. Comunale, o i poliedrici M. Pierri, R. Quaranta, G. Branca, A. Fusco, costretti ad “emigrare” in diverse città d’Italia per trovare la loro collocazione. O ancora posso citare chi ha avuto il coraggio di restare come V. Vitolo, P. Rago, S.Illeggittimo, M. Fortino, M. R. Botta, Luispak, A. Landi, G. Giovannelli, R. Zoppi, le sorelle Barba, E. Belmonte, B. Battipede, De Spin, A. Tafuri, A. Checchia. E di sicuro ce ne sono tanti altri che non conosco.

Continua su Place+ n° 1 . . .