Masseria LA MORELLA. L’eccellenza, parola di TripAdvisor

 A chi crede che la vera eleganza e la serenità risiedano in un rinnovato rapporto con la natura, è consigliato un soggiorno presso Masseria La Morella, in provincia di Salerno, a Battipaglia. Una vacanza di eccellenza, parola di TripAdvisor! Lo staff di Elementi Creativi ha visitato a più riprese la struttura e avuto modo di conoscere la gentilezza e la professionalità dei gestori. Così questa certificazione che per noi non suona come una sorpresa, riteniamo costituisca un primo passo verso il turismo di qualità, che tanto aiuta l’economia del Bel Paese e che deve essere conosciuta.

Motori di ricerca come TripAdvisor sono da questo punto di vista un ottimo canale di interazione, tra chi fruisce della bellezza, e non solo meramente di un servizio, e chi ne cerca testimonianza. Così anche la pagina Facebook Masseria La Morella sarà dotata di un pannello per le recensioni degli ospiti.

Ma cos’è la Morella?

Tipologicamente una masseria fortificata, una delle poche testimonianze recuperate, tra le tante della Piana del Sele, fortemente significative della sua identità.

testata-trip-lamorella 2

Svetta sul panorama la torre colombaia dodecagonale settecentesca finemente restaurata, utile per il controllo del territorio. Costituita da un imponente blocco ad L, grazie ad un accorto restauro La Morella ha mantenuto il suo aspetto di masseria quasi completamente chiusa all’esterno, con le stalle e gli ambienti di servizio al piano terreno e al livello superiore le abitazioni padronali, raggiungibili attraverso una scala in travertino. La cantina, ubicata negli ambienti seminterrati è raggiungibile da una rampa inserita tra due scivoli per il trasporto delle botti con le funi. Annesse alla tenuta una serie di strutture minori: il pozzo, il forno, il porcile, il pollaio, la concimaia. Di impianto più antico le due bufalare, funzionali alla caseificazione delle mozzarelle, sicuramente tra le meglio conservate della Piana. All’angolo del fabbricato anche una piccola chiesa, ad aula unica, sormontata da volta a botte e denunciata in facciata dal piccolo campanile a vela, che saluta il patio interno, un bagno di luce, di verde e di limoni. Ancora oggi è possibile ammirare una serie di particolari decorativi, come i mattoncini ruotati sotto il cornicione del corpo padronale e le finestre circolari e ovali profilate da cornici in stucco, testimonianza del gusto tipicamente settecentesco e del desiderio dei ricchi proprietari terrieri di conferire alla residenza rurale l’aspetto di una vera e propria villa signorile. In questo scenario d’altri tempi, calato tra gli arativi e le strutture rurali della Piana del Sele, l’ospite può vivere una vacanza di eccellenza, tra agricoltura biologica e scenari paesaggistici unici al mondo: la costiera cilentana e quella amalfitana.

Tanta suggestione non è sfuggita al pubblico di TripAdvisor. Vogliamo che non sfugga neanche a voi.