PAESTUM: “Liberi Tutti” all’Oasi dunale di Legambiente

Delia Vaccarello presenta “Sciò. Giovani, bugie, identità” (Mondadori) alla rassegna letteraria gay, lesbica e trans “Liberi tutti”

L’Associazione culturale Aut Aut e Legambiente Vento in faccia Battipaglia, in collaborazione con il circolo Legambiente Freewheeling Paestum, organizzano “Liberi tutti”, rassegna di letteratura gay, lesbica e trans, presso l’oasi dunale di Paestum. Domenica 8 luglio, alle ore 20:00, Delia Vaccarello presenterà “Sciò. Giovani, bugie, identità” edito da Mondadori.

Un libro che narra le esperienze degli adolescenti italiani e, grazie alla matita di Giulia Argnani, le trasforma in fumetti. Incontri di una sera, prime volte, viaggi, carezze, illusioni, innamoramenti, metamorfosi. Ma soprattutto un sacco di interrogativi: le avventure comprese in questo volume sono uno specchio delle fantasie e dei desideri dei ragazzi di oggi, una raccolta di misteri rigorosamente vietati agli adulti e qui eccezionalmente svelati. A un “brizzolato” invadente che rischia di profanarli, i ragazzi sbarrano la strada dicendo: “Sciò”. E si proteggono costruendo muraglie di bugie. Esperienze di tutti, ma sconosciute. Confidate da ragazzi e ragazze via mail, al telefono, nel corso di incontri a scuola.

“Secondo un’indagine Istat sulla popolazione omosessuale in Italia, l’80% dei genitori non sa che i propri figli sono omosessuali. Ci sono muri di silenzio basati su paure infondate e colpe inesistenti, muri che vorremmo abbattere con la cultura e la conoscenza” dichiara Pasquale Quaranta, giornalista e curatore di “Liberi tutti”.

Ed è proprio per favorire l’incontro di un pubblico generalista con i temi cari al mondo omosessuale che nasce la rassegna “Liberi tutti” e con essa la necessità di dichiarare uno spazio di tutti, quale l’Oasi dunale di Paestum, gestita da Legambiente da 16 anni, un bene comune inclusivo del tessuto sociale in tutte le sue sfaccettature.

“Vogliamo far sapere a chi giunge all’oasi che qui è accolto indipendentemente dal suo orientamento sessuale, nella piena condivisione dei temi della responsabilità civile verso il bene comune e della libertà di essere sé stessi come base fondamentale della crescita sociale” dichiara Lucio Capo, direttore dell’Oasi dunale di Legambiente Paestum.

Valentina Del Pizzo, presidente dell’associazione culturale Aut Aut, annuncia un’iniziativa nel segno del rispetto: “Per testimoniare l’adesione al riconoscimento dei diritti delle persone omosessuali isseremo qui all’oasi una bandiera arcobaleno, simbolo del movimento di liberazione gay in tutto il mondo”.

L’appuntamento è per domenica 8 luglio alle ore 20:00 per “Liberi tutti on the beach!” con Delia Vaccarello. Ai partecipanti sarà regalata una copia del libricino “Tutti uguali, tutti diversi” edito dall’associazione genitori omosessuali Famiglie Arcobaleno e da Legambiente Nazionale fino a esaurimento scorte. Durante la serata sarà possibile aderire alla rete Amici dell’Oasi dunale di Paestum, progetto di valorizzazione e mantenimento dell’area protetta, gestita da Legambiente dal 1996.

L’OSPITE: DELIA VACCARELLO

Giornalista, scrittrice e attivista italiana, svolge docenze presso le scuole di giornalismo di Bologna e Urbino, cura rubriche sulla stampa periodica nazionale sulle tematiche antidiscriminatorie e collabora con il comune di Venezia nell’ambito degli interventi antiomofobia e per l’educazione alla cittadinanza nelle scuole.

Autrice di numerosi testi, ha curato le sette edizioni della collana di racconti “Principesse azzurre” (Oscar Mondadori) in cui compaiono sue opere e “L’amore secondo noi” (Oscar Mondadori). L’ultima sua fatica è “Evviva la neve. Vite di trans e transgender” (Strade Blu Mondadori).

La rassegna di letteratura gay, lesbica e trans “Liberi tutti” è un omaggio all’omonima rubrica firmata da Delia Vaccarello su l’Unità. Si tratta di una rubrica, unica nella stampa italiana, che da oltre dieci anni si occupa di lotta ai pregiudizi e che ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il premio giornalistico europeo “Sì alle diversità. No alle discriminazioni”.

SCOPRI L’OASI DUNALE DI LEGAMBIENTE PAESTUM

Uscendo dall’autostrada A3 al casello di Battipaglia o di Eboli, preferibile perché il percorso costeggia la tenuta di Persano, si seguono le indicazioni fino a Paestum, dove c’è anche la stazione FS e la fermata di diverse autolinee. L’ingresso all’oasi è all’inizio di via della Sterpinia, a Torre di Mare. L’indirizzo è via degli Americani, senza numero civico, comune di Capaccio-Paestum.

PER INFORMAZIONI

Pasquale Quaranta 338 833 40 52
Valentina Del Pizzo 320 753 12 20
oasidunalepaestum@gmail.com
http://www.legambientepaestum.it/oasi_dunale.html