PAESTUMANITA’:
un Natale di Buone Azioni

Gentile amico di Elementi Creativi,

Insieme a Legambiente abbiamo intrapreso da alcuni mesi un’iniziativa “corale” che richiede un piccolo sforzo da parte di ciascuno di noi. Si tratta di Paestumanità, un progetto che attraverso la formula dell’azionariato, intende “liberare” il sito archeologico di Paestum dalla proprietà privata (95ha) che ne limita il valore intrinseco. Il forte impatto antropico, infatti, distrugge i depositi archeologici, erode i suoli superficiali, restituisce al visitatore un’immagine fuorviante dello spazio fisico e del contesto paesaggistico della città antica con i suoi 120 ha circondati da imponenti mura ancora ben conservate.

La raccolta fondi per acquistare questi terreni, già soggetti a vincolo archeologico, e tutelarli è in sé una buona pratica che proietta l’operato di Legambiente su un piano di guida rispetto all’annosa questione della gestione pubblico-privata dei beni culturali italiani, in particolare di quelli che versano in gravi condizioni di conservazione e di manutenzione. Paestumanità propone agli enti preposti alla tutela ed alla ricerca la proprietà partecipata come soluzione; alla collettività, a fronte dello sforzo economico che viene chiesto a ciascuno di noi, invece, una distribuzione sociale della bellezza ed una presa di responsabilità rispetto al patrimonio che appartiene a tutti, ma in primo luogo ai nostri figli.

Così, noi di Elementi Creativi ti chiediamo di aderire, di acquistare le Buone Azioni per Paestum, di promuovere presso i tuoi contatti la raccolta fondi affinché diventiamo sempre più numerosi in questa impresa che intende dare forma ad un modello di tutela diffusa e collettiva del territorio contro il degrado, l’incuria, il cemento dilaganti.

È possibile sostenere l’iniziativa anche con una donazione libera oppure organizzando un evento per la raccolta fondi.

Tutte le indicazioni sono disponibili su www.paestumanita.org.